domenica 3 febbraio 2013

MONTI COSA DICE ......

Salve a tutti in questo post vi propongo due video e vedremo se aiuteranno la nostra ricerca .....

Nel 2011 alla riunione del gruppo Bilderberg ha partecipato anche la Lilli Gruberg come ho scritto ....
guardate questo video di lei che fa una domanda al professor Monti Mario.....



Mi fa un po' sorridere....ma forse è pregiudizialità...che come ho detto non voglio avere.....mi attengo ai fatti ..
il secondo video inceve è molto piu' interessante per delle vedute che ha Monti....questa intervista non l'avevo ancora vista....mi mancava....

Rockfeller lo fece capire bene nella dichiarazione che vi ho postato.....non vi sarà costrizione o guerra ..ma saranno le stesse popolazioni che rinunceranno all'autodeterminazione ...

e mi sembra in parte di intravedere questo pensiero in questa intervista.....

a presto
jank

mercoledì 30 gennaio 2013

ENRICO LETTA

Salve a tutti,
fin ora abbiamo capito che il club Bilderberg è un gruppo che esiste realmente, si incontrano tra le personalità più importanti delle società occidentali, se avete dato un'occhiata piu' approndità ci sono :

- Ceo di banche d'affari importanti
- Rappresentanti delle famiglie più ricche del mondo
- Ceo di multinazionali
- Personalità che appartengono alle istituzioni pià importanti che controllano le dinamichà più importanti del mondo economico mondiale
- Rappresentanti dei mass media mondiali
- Rappresentati dei social network più diffusi nel mondo 

Gli incontri sono riservati a membri permanenti come David Rockfeller e ad altre personalità invitate.
Il tutto secondo un pricipio di riservatezza e di non divulgazione inconfutabile.
Nello stesso tempo esiste un sito ufficiale con tanto di storia, i propositi e che ufficialmente la riunione annunale del gruppo è organizzata come una sorta di forum informale sulle questioni di politica ed economica internazionale. Che ufficialemente non viene redatta nessuna risoluzione su quanto discusso e che la riservatezza del luogo grazie ad agenzie di sicurezza è necessaria affinchè tutti possano essere tranquilli e liberi di esporre i propri pensieri.
Quindi come dire: non esiste nessun complotto e nessun piano per formare un ordine di governo mondiale che vada al disopra della sovranità degli stati e che l'obbiettivo sia un controllo senza nessun tipo di guerra forzata di gran parte delle nazioni protagoniste della ricchezza del nostro pianeta.

Ovviamente noi possiamo pensare che se agli incontri vi partecipassero solo persone che hanno ruoli in istituzioni private come banche,assicurazioni,multinazionali, mass media e famiglie facoltose  non ci sarebbero problemi, nel senso che in una democrazia persone che hanno interessi comuni sono libere di partecipare ad incontri privati per dicutere su strategie economiche e politiche e sugli interventi da realizzare in modo che i paesi possano cooperare insieme per una crescita che porti un beneficio per la collettività .
Quello che invece mi lascia perplesso è che vi partecipano anche persone che hanno ruoli instituzionali come i rappresentanti del FMI.,la NATO,la BANCA MONDIALE ,presidente della BCE, e persone che hanno o hanno avuto un ruolo nelle rispettive politiche nazionali .

Ora parlo ad alta voce per cercare di farvi riflettere
Una domanda che mi posso porre è questa  a favore del gruppo come persona che cerca la verità .

- perchè chiamare cosi tante persone per questo incontro ?
- alcune di queste persone non sono così influenti nel settore economico
- servirebbero pochè persone che ricoprono posizioni strategiche per pianificare la nascita , la struttura e l'evoluzione per la formazione di un governo mondiale.
Poi loro a loro volta informeranno altrettanto per organizzare il piano attuativo.
- il coivolgimento dei media serve come dichiarato da David Rockfeller per assicurarsi una sorta di riservatezza nel tempo ?
- Perchè nessuno ha denunciato Daniel Estulin per calunnia a causa del suo libro?
- Perchè le persone che hanno un ruolo istituzionale e che quindi hanno il dovere di rendere conto ai popoli che li hanno eletti in maniera diretta o indiretta non rilasciano nessun tipo di dichiarazione che cerchi di assicurare gli scettici sulla bontà degli incontri ?
- Se il forum è dedicato solo a persone che hanno un ruolo importante sull'economia del mondo mi vien da chiedere come mai per esempio Berlusconi non è mai stato invitato agli incontri ed ho controllato sia nel sito ufficiale che nella raccolta di tutti gli eventi redatta da Tony Gosling ?

Nell'invito per il meeting del 2012 che si è tenuto in Chantilly, USA in Virgina tra i partecipanti vi sono e di questo mi sono molto stupito anche .



ITA

Gruber, Lilli 
Giornalista - Anchorwoman, La 7 TV 

















ITA
Letta, Enrico
Deputy Leader, Democratic Party (PD) 



 
Bene Enrico Letta su FB ha rilasciato questa dichiarazione, che va controcorrente alla policy di non divulgazione di nessun particolare dei meeting :

Dichiarazione completa di Enrico Letta:

"In molti in questi giorni mi fanno domande sul meeting Bilderberg al quale son stato invitato a Washington lo scorso fine settimana. In sintesi, era presente una parte importante dell'amministrazione Obama e dei partiti democratico e repubblicano americani. C'erano poi leader socialisti, liberali, verdi e conservatori di molti Paesi europei. E, inoltre, sindacalisti e imprenditori, docenti universitari e finanzieri. Senza contare rappresentanti dell'opposizione siriana e russa. La lista dei partecipanti è stata peraltro resa pubblica dagli stessi organizzatori.

Si è discusso dei principali temi in materia di economia e di sicurezza al centro dell'agenda globale. Ed è stata per me un'occasione interessante e utile per ribadire la fiducia nei confronti dell'Euro e per rilanciare con grande determinazione l'invito a compiere i passi necessari (e indispensabili) verso gli Stati Uniti d'Europa.

Nulla di queste discussioni, e del franco e 'aperto' dialogo tra i partecipanti, mi ha fatto anche solo per un momento pensare a quell'immagine di piovra soffocante che decide dei destini del mondo, incurante dei popoli e della democrazia, descritta da una parte della critica sul web e sulla stampa.

È vero: la discussione era a porte chiuse. Ma la presenza dei direttori di alcuni dei principali giornali internazionali (di tutte le tendenze politico-culturali) mi pare possa 'rassicurare' i sostenitori di una lettura complottistica del meeting".



Si forse è verò ma perche questi direttori dei pricipali grionali internazionali non hanno mai rilasciato dichiarazioni come queste ?
Quindi il pensiero di Rockfeller di ringraziamento a tali direttori che hanno assicurato fedeltà non aveva motivo di esserci ?

A presto jank



sabato 26 gennaio 2013

Étienne Davignon

Il presidente attuale del gruppo Bilderberg è Etienne Davignon è il presidente del gruppo dal 1998....
Étienne (Stevie o Stevy) Davignon (Budapest, 4 ottobre 1932) è un diplomatico, politico e dirigente d'azienda belga. È stato commissario europeo ed ha avuto un'influenza significativa sull'evoluzione dell'integrazione europea negli ultimi decenni.Davignon è un visconte e proviene da una famiglia influente, attiva nell'amministrazione pubblica del Belgio fin dalla fondazione dello stato nel 1830.

 

Questo è un video in francese in cui viene intervistato sul fatto che si era venuti a sapere che alla riunione del Bilderberg del 2011 era stata invitata  Christine Lagarde presidente dell'FMI fondo monetario internazionale al posto di Dominique Strauss-Kahn..




Ecco l'intervista.........quasi sorridente dice : si è stata invitata...come anche in passato Jeean-Claude Trichet.....ma si l'abbiamo invitata per parlare di un po' di cose ...di come va l'economia...e altro...insomma di come è la situazione e per darci una mano a contribuire....( ad un mondo migliore!!)
 Beh secondo voi era indispensabile che ci fosse una riunione per parlare di queste tematiche...ci sono pure i meeting internazionali ufficiali .....si vede che non si vedevano da un po' e volevano prendere un caffè in tranquillità!!!

dal jenk


martedì 22 gennaio 2013

PATRICIA McKENNA 5

INTERROGAZIONE SCRITTA di Patricia McKenna (Verts/ALE) alla Commissione  anno 2003
Oggetto:  Legami dei Commissari con il Gruppo Bilderberg  P-1370/03

Commissari Mario Monti, Erikki Liikanen, Pedro Solbes Mira, Gunther Verheugen, Antonio Vitorino e Frederik Bolkestein hanno, in passato, partecipato a riunioni del Gruppo Bilderberg e sono, pertanto, membri di fatto, dato che vengono mantenuti informati sulle sue attività. Romano Prodi, Presidente della Commissione, è stato membro del comitato direttivo di tale gruppo negli anni '80, epoca in cui il Presidente della BCE, Wim Duisenberg, era tesoriere. Tre Commissari sono o sono stati membri della Commissione Trilaterale: Mario Monti, Chris Patten e Pedro Solbes Mira.
Può la Commissione indicare il nome dei Commissari che parteciperanno alle prossime riunioni del Gruppo Bilderberg e della Trilaterale, precisare se essi parteciperanno a nome della Commissione o a titolo apparentemente privato e se beneficeranno di indennità giornaliere o di altri rimborsi per le spese associate a tali riunioni? Può la Commissione assicurare che tali adesioni vengano menzionate nella dichiarazione di interessi finanziari di ogni Commissario?

Risposta data dal sig. Prodi a nome della Commissione

Numerosi membri della Commissione sono stati invitati e hanno partecipato alle riunioni del gruppo Bilderberg, alcuni durante il loro mandato alla Commissione, altri sono stati invitati e hanno partecipato prima di essere membri della Commissione e non hanno più partecipato durante il loro mandato. È necessario precisare che la qualità di membro del gruppo non è previsto dallo statuto di tale gruppo. Esiste solo la figura di "membro dello Steering Committee".
Nessun membro della Commissione è membro dello Steering Committee. Persone non appartenenti allo Steering Committee del gruppo Bilderberg possono essere invitate alle sue riunioni.
La partecipazione occasionale a una riunione non giustifica una citazione sulla dichiarazione d'interessi prevista dal Codice di condotta applicabile ai Commissari. Infatti, la partecipazione occasionale a una conferenza o il fatto di ricevere informazioni sulle attività di un gruppo non implicano necessariamente l'appartenenza o la qualità di membro di un gruppo.
Quanto alla partecipazione alla prossima riunione del gruppo Bilderberg, che avrà luogo dal 16 al 18 maggio 2003 a Versailles, è necessario precisare che tre Commissari hanno accettato l'invito che hanno ricevuto a causa delle funzioni che essi esercitano, anche se non partecipano a nome del Collegio. Si tratta di M. Monti, F. Bolkestein e P. Lamy. La loro trasferta si effettuerà sulla base delle norme generalmente applicabili in materia.
Per quanto riguarda la Commissione Trilaterale, il suo statuto esclude la partecipazione di un membro che esercita una funzione pubblica. Nessun Commissario è quindi membro della Commissione trilaterale e nessun Commissario ha manifestato, fino ad oggi, la sua intenzione a partecipare a una delle prossime riunioni della Commissione trilaterale.

Bene signori in quella sede il presidente Romano Prodi dichiarò il falso .

Questo è l'elenco di quante volte ha partecipato Mario Monti agli incontri del Bilderberg.....
vi manderò via email il file completo che sono riuscito a trovare in maniera direi anche fortunata....

Monti ha partecipato :

nel

1988
1989
1991
1992
1993
1994
1996
1999
2001
2003
2004
2005

dalle fonti che sono riuscito a trovare  ....

e sicuramente anche come riporta la raccolta di Gosling

anche nel
2006
2007
2010
2011

non vi ha partecipato nel 2012 perchè aveva dichiarato che diventato Presidente del Consiglio Italiano avrebbe rinunciato a qualsiasi altro incarico .
Infatti non vi ha partecipato. Beh non si può dire che vi ha partecipato occasionalmente....ma che era ormai un incontro consolidato per lui.....

Per quanto riguarda l'ultima affermazione di Prodi avendo
come fonte :

http://www.trilateral.org/

non è assolutamente vero che chi ha una funzione pubblica non può essere membro della Commissione Trilaterale .....leggete sotto :

Monti è stato commissario europeo per il Mercato Interno tra il 1995 e il 1999 nella Commissione Santer; sotto la Commissione Prodi ha rivestito il ruolo di commissario europeo per la concorrenza fino al 2004.

bene  solo un esempio riporto fonte : http://www.trilateral.org/go.cfm?do=File.View&fid=130
Come vedere Monti era membro della Commissione nel 2006 e ed era membro anche della Commissione Trilaterale....e vi parteciperà anche in altri anni fino ad esserne il presidente per la parte Europea nel 2010

mentre come riporta il sito ufficiale del Bilderberg è stato anche membro del comitato direttivo del gruppo stesso fino al 2011.

http://www.bilderbergmeetings.org/former-steering-committee-members.html

European Regional Meeting of the Trilateral Commission: Turin, Italy, October 27-29, 2006

14h45-18h00
SESSION II EUROPEAN UNION: THE INTERNAL MARKET UNDER STRAIN
Chair and Moderator: Mario Monti, President, Bocconi University, Milan; Chair, BRUEGEL; former Member, European Commission (Competition Policy)
Panel:
Frits Bolkestein, former Member, European Commission (Internal Market), Amsterdam
Pehr Gyllenhammar, Chairman, European Financial Services Roundtable, London
Vladimir Dlouhy, Senior Advisor, ABB; International Advisor, Goldman Sachs, Prague
Maurizio Sella, Chairman, Gruppo Banca Sella, former President of ABI (Italian Banks Association), Rome

 

questo è tutto quello che ho trovato sulle interrogazioni parlamentari ......

a presto 

jank

PATRICIA McKENNA 4

Interrogazione no. 54 dell'on Patricia McKenna (H-0358/00) ANNO 2000
Oggetto: Il Commissario Solbes Mira e la trilaterale/Bilderberg

Può la Commissione confermare che il Commissario Solbes Mira fa attualmente parte del comitato esecutivo della commissione trilaterale (internazionale) e illustrare il motivo per il quale la dichiarazione del Commissario non è, a quanto pare, stata modificata in seguito a tale cambiamento? Ritiene essa appropriato che i Commissari siano membri di siffatti gruppi di riflessione politica di tendenze decisamente conservatrici, specialmente in considerazione delle aspirazioni di apertura e indipendenza della nuova Commissione in seguito alle dimissioni della Commissione Santer? Può la Commissione precisare se altri suoi membri, quali il Commissario Patten, facciano parte della medesima organizzazione e, in caso affermativo, spiegare per quale motivo tale appartenenza non venga resa nota?
Può la Commissione confermare che il Commissario Solbes Mira prevede di partecipare alla riunione del gruppo Bilderberg che si terrà in Svizzera il 1°-4 giugno e indicare quali altri Commissari vi parteciperanno? Intende la Commissione consigliare ai Commissari di rifiutare gli inviti a queste riunioni segrete? A tale proposito, può la Commissione illustrare come vengono considerati le spese e i congedi dei Commissari che partecipano a queste riunioni?

Risposta e leggete ciò che ho sottolineato per motrarvi come l'atteggiamento sia cambiato...prima non erano affari della Commissione ..mentre ora :

La Commissione reputa importante che i suoi membri partecipino ai lavori dei forum internazionali ed esprimano la propria opinione sulle questioni di rilevanza politica. Come la Commissione ha avuto l'opportunità di rammentare in risposta alle interrogazioni orali e scritte degli onorevoli parlamentari, i suoi membri esercitano una funzione politica e, purché ottemperino agli obblighi che derivano loro da detta funzione, sono liberi di esprimere le proprie opinioni politiche in modo abbastanza indipendente e sotto la propria responsabilità.
Il signor Solbes Mira era membro del comitato esecutivo internazionale della commissione trilaterale. Quando ha assunto l'incarico di membro della Commissione europea, egli ha rassegnato le dimissioni. Le attività della commissione trilaterale e la natura dell'incarico di Commissario non giustificano una menzione nella dichiarazione di interessi. Il signor Solbes Mira e il signor Patten sono membri della commissione trilaterale, appartenenza che non comporta alcun impegno o responsabilità, ma che viene conferita in virtù del fatto di essere stati scelti tra gli invitati a partecipare alle riunioni della commissione trilaterale.
Quanto alle riunioni di Bilderberg, il signor Lamy intende partecipare a quella del prossimo giugno. Per quanto concerne la partecipazione degli ex Commissari alle riunioni di Bilderberg, il bilancio delle Istituzioni si è fatto carico solo delle spese di viaggio e della diaria.
 

fonte : http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+CRE+20000519+ANN-01+DOC+XML+V0//IT#H-2000-0359

 dal jenk
  




PATRICIA McKENNA 3

INTERROGAZIONE SCRITTA n. 3903/98 dell'on. Patricia McKENNA alla Commissione. Partecipazione del Commissario Mario Monti ad un incontro "Bilderberg"  

Gazzetta ufficiale n. C 207 del 21/07/1999 pag. 0145

INTERROGAZIONE SCRITTA E-3903/98
di Patricia McKenna (V) alla Commissione
(4 gennaio 1999)
Oggetto: Partecipazione del Commissario Mario Monti ad un incontro "Bilderberg"
In relazione all'incontro "Bilderberg" che ha avuto luogo dal 30 maggio al 2 giugno 1996 a Toronto, al quale ha partecipato il Commissario Monti, può la Commissione far sapere:
1. quali elementi compongono il costo totale del viaggio? Le spese sono state rimborsate a suo tempo e, in caso contrario, chi le ha sostenute?
2. Dato che di regola Bilderberg si assume le spese di un lussuoso alloggio, il Commissario dovrebbe dichiararle?
3. Il Commissario ha beneficiato dell'indennità giornaliera di missione per la durata del soggiorno?
4. Il Commissario ha preso dei giorni di congedo per questo viaggio?
La Commissione ritiene che il Commissario Monti avrebbe dovuto dichiarare di essere membro del comitato direttivo "Bilderberg"? In caso contrario, per quale motivo?
Risposta comune
data dal sig. Santer in nome della Commissione alle interrogazioni scritte E-3899/98, E-3900/98, E-3901/98, E-3902/98 e E-3903/98
(5 febbraio 1999)
La presa a carico delle spese di viaggio e soggiorno è avvenuta conformemente alle disposizioni in vigore.
Per quanto riguarda la partecipazione del Commissario Monti allo steering committee di Bilderberg, la Commissione ricorda la risposta da essa fornita all'interrogazione orale H-933/98 dell'onorevole parlamentare nell'ora delle interrogazioni della sessione di novembre II 1998 del Parlamento(1).
(1) Dibattiti del Parlamento (novembre II 1998).

Ossia riprende le vecchie interrogazioni in cui la commissione ha risposto che :

- NON SONO AFFARI DELLA COMMISSIONE CIO' CHE FANNO ALCUNE PERSONALITA' AL DI FUORI DELLA COMMISSIONE STESSA E QUINDI NON NE PARLIAMO AFFATTO.

Un esempio di grande trasparenza da parte del Parlamento Europeo....

in seguito poi sempre nello stesso anno facendo riferimento alle interrogazioni scritte che vi ho già mostrato a testimonianza delle fonti ufficiali :

INTERROGAZIONE SCRITTA n. 583/99 dell'on. Patricia McKENNA Appartenenza del Commissario Monti al Comitato esecutivo della Commissione trilaterale  
Gazzetta ufficiale n. C 370 del 21/12/1999 pag. 0064
INTERROGAZIONE SCRITTA P-0583/99
di Patricia McKenna (V) alla Commissione
(3 marzo 1999)
Oggetto: Appartenenza del Commissario Monti al Comitato esecutivo della Commissione trilaterale
Viste le risposte fornite dalla Commissione alle mie interrogazioni P-3880/98(1), E-3903/98(2) e H-0933/98(3), le quali lasciano intendere che il Commissario non ha dichiarato la sua appartenenza al Comitato direttivo del Gruppo Bilderberg o perché ne era stato membro prima di diventare Commissario (sebbene la dichiarazione resa coprisse effettivamente anche ruoli precedenti), o perché si trattava di un incontro privato (vale a dire senza alcuna struttura giuridica ufficiale), può la Commissione far sapere per quale motivo egli ha altresì omesso di dichiarare che è attualmente membro, e lo è da lungo tempo, del Comitato esecutivo della Commissione trilaterale, un organismo regolarmente costituito, la cui appartenenza è formale, che esige le dimissioni dai suoi membri quando questi assumono altri incarichi ufficiali?
Risposta data dal sig. Santer a nome della Commissione
(8 aprile 1999)
Il Commissario Mario Monti è stato membro del Comitato esecutivo della commissione Trilaterale (Europa) dal 1988 al 1997.
La commissione Trilaterale (Europa) non esige che i suoi membri si dimettano quando assumono incarichi ufficiali.
Il Commissario Monti non ha dichiarato la sua appartenenza a tale organismo perché la dichiarazione presentata dai membri della Commissione europea si riferisce ad incarichi all'interno di imprese o di fondazioni e la Trilaterale non rientra in queste due categorie.
(1) GU C 182 del 28.6.1999, pag. 131.
(2) GU C 207 del 21.7.1999, pag. 145.
(3) Discussioni del Parlamento europeo (novembre 1998).

Della Commissione Trilaterale parleremo in altra sede ....ma il fondatore è sempre David Rockfeller e  Henry Kissinger e Zbigniew Brzezinsk .
Formata da persone influenti di EUROPA-GIAPPONE-USA con l'obbiettivo la maggior cooperazione tra le 3 aree ..dal nome trilaterale.....ma non ne parleremo al momento.....

Pensate che la Patricia ne abbia abbastanza? Si sia convinta?

dal jenk  
  

 

PATRICIA McKENNA 2

in seguito la parlamentare insiste.....

INTERROGAZIONE SCRITTA P-3880/98
di Patricia McKenna (V) alla Commissione ( 11 dicembre 1998)

Oggetto: Riunioni Bilderberg
La Commissione può illustrare in modo più esauriente la sua risposta alla mia interrogazione H-0933/98 (1) in cui sostiene che i partecipanti assistono alle riunioni Bilderberg «a titolo personale» mentre invece risulta
chiaramente che tali riunioni sono lungi dall’essere puramente private.
Nel caso in cui lo fossero, perché la Commissione le annuncia nei suoi comunicati stampa pubblicati da
Reuters? Comunicherebbe forse la partecipazione di un Commissario ad una conferenza di collezionisti di
francobolli, qualora il Commissario in questione coltivasse tale hobby?
Per quale motivo i Commissari che partecipano a tali riunioni assistono alle questioni all’ordine del giorno che
sono di loro competenza: il Commissario van den Broek assiste alle discussioni sui problemi dell’ampliamento dell’ex Iugoslavia e della Turchia, il Commissario Bjerregaard ai problemi riguardanti il clima, il Commissario
Monti sulle discussioni concernenti l’economia europea (mercato interno) e il Commissario Brittan ai problemi del mercato UE/USA?
E, più recentemente, a Turnberry, il ministro George Robertson è stato trasportato con un elicottero militare e
quindi risulta chiaramente che la sua partecipazione era ufficiale, proprio come è successo nel passato con il
Primo Ministro Blair e l’ex ministro Kenneth Clarke, attualmente membro dello Steering Committee. La
Commissione pensa che i parlamentari europei possano credere che i ministri britannici partecipano a queste
riunioni in veste ufficiale mentre i Commissari vi partecipano privatamente?
E, se queste riunioni fossero realmente riunioni private, perché motivo è la polizia che si occupa di escludere e persino di arrestare e denunciare i giornalisti accreditati mentre, se le riunioni fossero private, sarebbe
responsabilità degli organizzatori controllare l’accesso dei giornalisti e la polizia dovrebbe soltanto occuparsi
dei controlli per assicurare la sicurezza dei partecipanti?
Poiché gli ex Commissari continuano ad avere diritti e doveri nei confronti dell’Unione europea, essi sono
sicuramente tenuti a rispondere a domande su queste riunioni qualora la Commissione decida di chiedergliele.
Intende pertanto la Commissione impegnarsi a chiedere a tutti gli ex Commissari ancora in vita se hanno
partecipato a queste riunioni e ad altre analoghe durante il loro mandato?

(1) Discussioni del Parlamento europeo (novembre 1998).
28.6.1999 IT Gazzetta ufficiale delle Comunità europee C 182/131
Risposta data dal sig. Santer a nome della Commissione
(19 gennaio 1999)

La risposta della Commissione secondo la quale i membri della Commissione che hanno assistito alle riunioni
Bilderberg vi si sono espressi a titolo personale significa che essi non vi hanno rappresentato la Commissione che non sono intervenuti a nome del collegio e che i loro interventi non hanno quindi impegnato la
Commissione. È ovvio tuttavia che se questi membri sono stati invitati a partecipare alle riunioni, ciò èdovuto
largamente alla funzione che esercitano. La Commissione ritiene importante che i suoi membri possano
esprimersi su argomenti pertinenti all’azione della Comunità, in particolare mediante scambi di opinioni a
forum internazionali, senza per questo che la loro partecipazione a tale tipo di riunioni possa impegnare la Commissione.

Insomma la Commissione Europea continua a prendere le distanze dal fatto che alcuni membri del Consiglio e della Commissione Europea partecipano a tali incontri....sono incontri privati e non in rappresentanza dei ruoli che hanno in ambito Europeo....

Strano no.....pensateci un pò....io chiamo il presidente della Commissione Europea per il ruolo che esercità ma nello stesso tempo tutto quello che dirà sarà solo a titolo personale.....
Riflettiamo ....

ma lei non si arrende ancora
dal jenk